Micronutrienti di alta qualità

Perché il metabolismo corporeo possa attivarsi e riprogrammarsi, mentre il corpo, grazie all’allenamento, resta agile e tonico e la capacità di concentrazione ottimale, in abbinamento al sistema Finyo si consiglia l’assunzione di micronutrienti di altissima qualità. Qui di seguito è riportata una lista dei micronutrienti principali e delle loro caratteristiche.

Vitamine

Le vitamine vanno assunte tramite gli alimenti o degli integratori alimentari, considerato che il corpo umano non è in grado di produrle da sé. Per il buon funzionamento del metabolismo, oltre che per garantire al fisico un equilibrato apporto energetico, è indispensabile l’assunzione delle vitamine appartenenti al complesso B. Il loro compito è quello di mantenere in salute il cuore e i vasi sanguigni, oltre a controllare la crescita e favorire il ricambio cellulare.

Vitamia C
Protegge le cellule e ottimizza il sistema immunitario. Inoltre provvede a rinforzare la pelle, il tessuto connettivo, e stimola il sistema ormonale.
Vitamina E
Con gli OPC appartiene alla famiglia degli antiossidanti ed è molto importante per la protezione delle cellule.
Vitamina D
Più nota come la “vitamina del sole”, deve essere integrata soprattutto nelle aree settentrionali dell’Europa. Tra i suoi effetti più significativi si ricorda la specifica proprietà di sostenere l’aumento della massa muscolare e il rafforzamento del sistema immunitario. Se ne consiglia l’assunzione in abbinamento agli acidi grassi.

Mineralien

Anche i minerali devono essere integrati, non producendoli il corpo umano in maniera autonoma. Il loro maggiore merito è di controllare ed equilibrare il rapporto tra le sostanze acide, assorbite o prodotte dal corpo, e quelle basiche.
Calcio
È di fondamentale importanza per la salute di denti e ossa. Previene l’osteoporosi e regola l’interazione tra nervi e funzioni muscolari.
Potassio
Incide sulla salute di nervi e muscoli.
Magnesio
Conferisce al corpo energia, prende parte attivamente a molti processi metabolici, rinforza il cuore ed è altrettanto salutare per il buon funzionamento dell’apparato osseo.
Sodio
Regola la ritenzione idrica e non deve essere integrato addizionalmente perché si trova abbondantemente già nel sale da cucina. Si consiglia pertanto di prestare attenzione alle dosi quando si preparano gli alimenti: se presente in dosi eccessive, può essere infatti causa di ritenzione idrica.

Microelementi

Com’è il nome stesso a suggerirlo, si consiglia di assumerne in piccolissime dosi. Ciononostante sono anch’essi fondamentali perché preposti alla regolazione di diversi meccanismi cellulari. Esempi di microelementi più noti sono il ferro, lo iodio, il selenio e lo zinco.

Grassi acidi essenziali

I grassi acidi essenziali devono essere assunti tramite gli alimenti. I più conosciuti sono gli Omega-3. Regolano alcune delle funzioni vitali più importanti tra cui le attività del cervello. Visto che nel corso del programma, tramite l’alimentazione, vengono assunti pochi grassi, quelli essenziali devono essere integrati per facilitare lo smaltimento del grasso nei processi a lungo termine. 

Enzimi

Gli enzimi sono delle molecole proteiche particolari e rivestono un ruolo fondamentale nell’organismo dell’essere umano. Questo perché sono responsabili della decomposizione degli alimenti, del rifornimento delle proteine e prendono parte ai processi di formazione degli ormoni e dei trasmettitori. Gli enzimi si trovano in verdure, semi, noci, frutta e germogli vegetali. È per questo che sono così salutari per l’organismo. Vengono però danneggiati e privati delle loro proprietà se sottoposti a una temperatura pari o uguale a 40 °C. È pertanto consigliabile consumare gli elementi che ne sono ricchi crudi. Preparati che contengono enzimi dovrebbero sempre essere consumati a freddo.

Antiossidanti

Alcune vitamine e alcune categorie specifiche di antiossidanti (gli OPC) sono preposti alla difesa delle cellule come se fossero dei veri e proprio scudi protettivi. Ogni giorno ogni cellula viene aggredita da oltre 10.000 radicali liberi. Le cellule del corpo umano sarebbero votate alla distruzione se non ci fosse chi, come gli OPC, la vitamina C, E, il betacarotene e il Q10, è preposto alla loro tutela. I radicali liberi sono responsabili delle malattie coronariche e cardiovascolari, ma anche di tipiche patologie senili quali l’Alzheimer e la demenza. Rivestono quindi un ruolo di enorme importanza nel processo di invecchiamento del corpo umano. Gli antiossidanti sono i migliori agenti difensivi di cui si disponga perché assicurano al fisico la prevenzione necessaria al suo sostentamento. Non a caso vengono anche chiamati “la vitamina della giovinezza”.

Aminoacidi

Tutte le cellule del corpo sono dotate di catene proteiche preposte alla formazione di enzimi, cellule del sangue e dell’apparato muscolare. Ciascuna catena proteica si compone poi a sua volta dei cosiddetti aminoacidi. Esistono 20 diverse tipologie di aminoacidi: la modalità secondo cui questi si combinano tra di loro determina nello specifico un diverso tipo di proteina. 8 di questi 20 aminoacidi (gli aminoacidi essenziali) devono essere integrati in maniera supplementare perché il corpo umano non è in grado di produrli da sé. A lungo andare, infatti, se non venisse rifornito di tutta la varietà di aminoacidi di cui necessita, l’organismo potrebbe incorrere in una serie di carenze nutritive, considerato che non sarebbe più in grado di produrre la varietà di aminoacidi necessaria a un perfetto funzionamento del suo metabolismo.

Il fabbisogno proteico dell’essere umano può essere soddisfatto con un’assunzione equilibrata di carne, formaggio, pesce, noci, semi, soja e legumi. Purtroppo non tutti questi alimenti sono sempre sani per l’organismo: la carne animale può infatti presentare tracce di ormoni e antibiotici, i legumi possono essere parzialmente modificati nelle loro proprietà nutrizionali dai pesticidi, e il pesce, in alcuni rari casi, può essere contaminato con metalli nocivi alla salute come per es. il mercurio o altri metalli pesanti. Ciononostante non è un bene rinunciare alle proteine in via cautelativa. Come conseguenza si potrebbe risentire di un calo d’attenzione, di un diffuso senso di spossatezza, essere affetti da anemia, incorrere in un calo della massa muscolare o ritrovarsi con il fiato corto. In particolare per gli sportivi è di fondamentale importanza mantenere tonica la massa muscolare e disporre nel proprio organismo del giusto tasso di riserve proteiche. Un buon prodotto proteico, come per esempio un integratore arricchito di aminoacidi essenziali, sarà pertanto di complemento indispensabile alle esigenze dell’organismo nel corso del sistema Finyo, perché gli fornirà esattamente le dosi proteiche di cui ha più bisogno. Ogni tanto si potrà quindi anche scegliere di sostituire un pasto regolare con un shake proteico – naturalmente preparato con l’acqua! – in tal modo sarà possibile “risparmiare” calorie e consumare per es. più verdure.